Pepe, varietà e usi in cucina

Quattro varietà sono le più conosciute, ecco come utilizzare il pepe in cucina.

Il pepe è un alimento immancabile in cucina: capace di arricchire piatti e renderli ancor più gustosi, questa spezia che viene da lontano, è eccezionale in cucina e –come il sale – il suo utilizzo varia e cambia a seconda delle pietanze da preparare e della varietà usata.

In tutte le cucine non manca il pepe nero, il più comune, quello più amato e facilmente reperibile, ma è bene conoscere le altre varietà e scoprire quali abbinamenti fare e come utilizzarli al meglio in cucina, per esaltare piatti e ricette. È bene sapere che il pepe nero, il pepe bianco e il pepe verde, vengono tutti dalla stessa pianta, mentre – per quanto riguarda altre tipologie di pepe – varia anche la pianta da cui nascono e su cui crescono.

Pepe nero
Il pepe nero è il più comune da reperire, quello più conosciuto da utilizzare in cucina e perfetto per tantissime ricette. Si trova praticamente tutto l’anno e in tutto il mondo, però non esiste soltanto una tipologia di pepe nero: per esempio, il pepe nero coltivato in Malesia non è uguale a quello reperibile in Ecuador e le caratteristiche dipendono proprio dalla zona di provenienza e in base ad essa ci sono delle leggerissime variazioni di sapore.

Pepe bianco
Il pepe bianco altro non è che pepe nero, ciò che lo rende diverso dal suo più comune “simile” è la modalità in cui viene servito e presentato: l’involucro esterno (nero) viene rimosso dai grani quando vengono immersi nell’acqua. Il sapore è più forte e intenso del pepe nero, come utilizzarlo in cucina? Per creare e impreziosire salse, oppure con un purè insieme alla noce moscata.

Pepe verde
Il pepe verde è il più acerbo tra tutti ed è l’unico che conserva l’involucro esterno: la piante è la stessa del pepe nero e di quello bianco, ma i chicchi vengono disidratati e conservati. Il suo gusto è lievemente fruttatofrescoaromatico. Il suo sapore viene prediletto per piatti mediterranei e per insaporire le ricette a base di pomodoro. Per conservarlo più a lungo, viene generalmente conservato sottoaceto. Provate a preparare un delizioso filetto al pepe verde, sarà un piatto gourmet e raffinato. Per un buon pranzo domenicale ecco il secondo che fa per voi: le braciole al pepe verde, la loro ricetta è facilissima!

Pepe rosa
Generalmente si pensa che il pepe rosa sia un tipo di pepe, eppure altro non sono che bacche essiccate del Sud America. Morbide e delicate, queste bacche non vengono macinate – il risultato non sarebbe ottimale – ma vengono utilizzate intere per arricchire insalate, sughi leggeri e salse di pesce.

Aiutaci a farci conoscere!

Claudio Mostallino Written by:

Comments are closed.